@
stai leggendo...
pressioni commerciali

Intelligenza Artificiale e Deficienza Naturale

Con l’approssimarsi della fine dell’anno budget e statistiche si moltiplicano come le palle dell’albero di Natale e la redditività dell’ultimo trimestre diventa il sogno o l’incubo di dirigenti e operatori bancari.

Qualche giorno prima del congresso nazionale della FISAC CGIL, mi sono recata in una filiale di banca e una collega, mentre fissava il monitor disperata scuotendo la testa, mi ha chiamato per mostrarmi un lungo elenco di portafogli in perdita corredati da una mail che incitava alla vendita di altri prodotti finanziari sulle stesse posizioni.

Perplessa ho chiesto aiuto al Guru, un consulente finanziario esperto e sincero che mi ha rappresentato cosí la situazione:

” Bene direi che sia il caso di fare il punto sulla situazione della gestione del passivo:

I portafogli della clientela vengono analizzati utilizzando i seguenti Input

1)      Profilo MIfid

2)      Prodotti posseduti

3)      Loro disinvestibilità o meno

4)      Consistenza liquidità

5)      Consistenza scadenze ( compresi certificati di deposito ) 

Gli elementi di “ output” sono   :

1)      Operazioni consigliate 

2)      Budget.

Tutto questo viene gestito  da algoritmi e quando avviene un crollo, come nel caso dell’anno 2018, sia del mercato obbligazionario che del mercato azionario, con la maggior parte dei portafogli che presentano consistenti perdite, le possibilità di fare produzione e redditività diminuiscono massicciamente.

Il processo di definizione delle operazioni consigliate e del budget  avviene all’ interno dell’algoritmo  comunemente definito “ Black Box “, non comprensibile.

Tutto ció avviene con l’ inutile apporto di molte figure della filiera commerciale, a cominciare dal direttore commerciale fino ai direttori territoriali e di segmento.

Insomma abbiamo affidato la gestione della Banca in compliance con Ivass, Consob e Bce a sistemi informatici gestiti da algoritmi definiti “ Sistemi Intelligenti” o “ AI   artificial intelligence “ e dati i risultati ottenuti e direi ben evidenti , forse la definizione corretta  sarebbe “ Deficienza Artificiale”.

La domanda sorge spontanea, ma dato che di deficienti naturali ne abbiamo in quantità industriale, perché dobbiamo produrre anche la deficienza artificiale?”

Un caro saluto 

SP

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti alla CGIL

Servizi Fiscali

Patronato

Carta dei Servizi CGIL Bologna 2016

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Prossimi Eventi

Nessun evento in arrivo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: