@
Il Contratto Nazionale

Ciao Ragazzo, benvenuto in questo ufficio, sarò il tuo tutor per un paio di giorni. Le divise uguali per tutti sono l’unica regola che viene rispettata in questo inferno che chiamano lavoro. Il resto va a simpatia. Impara ad esserlo.
Sei malato? Qualcuno può stare a casa. Ma non esiste una regola precisa. Decide il supervisore.
Vuoi pranzare a metà giornata? Figuriamoci! Mangi solo quando te lo dicono loro.
Vuoi un cambio turno? Spera che il tuo capo sia di buon umore o che lui stesso non sia stato appena sgridato.
Speri di poter avere delle ferie? e perché mai dovresti? Ciò che conta qui dentro è solo produrre, vendere, produrre.
E se ti dovessero dire che da domani lavori nello stabilimento della montagna non devi pensare che è lontano 300km . Prendi parti e vai. E se hai famiglia non dirlo altrimenti ci prendono gusto e ti spostano ancora più lontano.
Gli orari li decidono loro, i turni li decidono loro, i minuti di lavoro per turno li decidono loro e non sono mai uguali al giorno prima. Lo fanno apposta. Non appena pensi di essere un po’ stabile ti fanno cambiare. E questo perché le consuetudini possono diventare regole, E se ci sono regole poi c’è sempre qualcuno che pretende di farle rispettare. Se non ci sono regole invece, caro ragazzo, siamo nelle loro mani. Possiamo produrre vendere e produrre come e quando vogliono loro.
Il primo Contratto Collettivo Nazionale in Italia risale al 1919 quando la FIOM CGIL raggiunse un accordo con gli industriali metallurgici per la definizione ad esempio delle 8 ore e del divieto al lavoro domenicale. Durante il periodo fascista i contratti nazionali diventano strumenti per garantire la produttività e sedare ogni velleità di rivendicazione sociale. Ma è solo con la stesura del-la Costituzione e dell‟art. 39 che il CCNL diventa davvero un contratto tra le parti fortemente influenzato dalla partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori. Un contratto nazionale di categoria serve non solo ad avere regole precise e condivise alle quali ogni parte deve attenersi. Un CCNL serve soprattutto ad impedire che esistano forme di sfruttamento del lavoro in tutti quei luoghi nei quali i lavoratori e le lavoratrici non riescono ad aggregarsi nel sindacato.

I commenti sono chiusi.

Iscriviti alla CGIL

Servizi Fiscali

Patronato

Carta dei Servizi CGIL Bologna 2016

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Prossimi Eventi

Nessun evento in arrivo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: